LA SERA DELLA PRIMA AL “CINEMA AL CASTELLO 2010”

 NAPOLI 19 SETTEMBRE ALLE 0RE 19,30 CASTEL SANT’ELMO

Il lungometraggio “la sera della prima” per la regia  di Loretta Cavallaro con Francesco Tripodi, è IN CONCORSO al festival “CINEMA AL CASTELLO” SEI SERATE DI GRANDE CINEMA
NELL’AUDITORIUM DI CASTEL SANT’ELMO DAL 16 AL 21 SETTEMBRE
 

“La sera della prima”  è un film piccolo, ma coraggioso dove il ritmo del racconto si fonde con un senso della vita fatto di passioni, sentimenti, poesia. Stupisce senza traumatizzare, diverte senza esagerare  nei toni e nel linguaggio, è onesto, perbene.
Nato dal lavoro corale di una giovane produzione indipendente, il film scorre lieve, senza denunciare lo sforzo e la fatica che è costato a chi ha creduto, fin dall’inizio, che si potesse rappresentare un’altra Napoli, positiva, feconda di idee, capace di esprimersi ai più alti livelli artistici e culturali. Una città che lavora, nonostante tutto, e  che è viva.
E’ un film che esalta e riscopre il teatro. Una forma di arte in cui il nostro paese e, Napoli in particolare,  ha raggiunto livelli eccellenti. Oggi il teatro è relegato ad arte minore, poco conosciuto e frequentato dalle giovani generazioni.
Un progetto   che coinvolge il territorio e guida lo spettatore in un viaggio attraverso realtà poco visibili e spesso soffocate dai annosi problemi.
E come in ogni viaggio non conta la meta, ma il percorso, ossia il viaggio stesso. E questo è fatto di incontri, di amicizia, di valori, di voglia di scoprire il senso della vita, di guardare un po’ dentro se stessi senza esagerare, aprendosi al mondo e agli altri.
Con occhio incantato e un po’ innamorato gli autori  ci portano a scoprire e apprezzare le tante facce di Napoli e del suo territorio regionale. Con tanta ironia e gusto per la vita.
Nel cast diverse generazioni di attori, napoletani e non, in una continuità artsistica, frutto di un lavoro di squadra, di impegno e grande sinergia di set, coordinata da una regia delicata, ma decisa, impegnata a comporre le situazioni con gusto pittorico, ma anche capace di inseguire il guizzo di un attore, un taglio di luce, un profumo.

Il  film è  riconosciuto di interesse culturale ed è stato realizzato con il sostegno del Ministero Beni e Attività Culturali – Direzione Generale Cinema e della Film Commission Campania.

No Comments Yet

Comments are closed